: :   Home
: :   News
: :   Team
: :   Campionato
: :   Statistiche
: :   Links
: :   Sponsor
: :   Contatti
: :   Archivio
 

 

PARTITE

1° Giornata
3° Giornata
4° Giornata
5° Giornata
6° Giornata
7° Giornata
8° Giornata
9° Giornata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Squadre 1/4 2/4 3/4 4/4 Finale
ForumOlimpia 5 12 12 12 41
Gabbro Basket 11 14 25 10 60

 

Commento


Stagione nuova, limiti vecchi per il FOT. Dopo la bella vittoria in trasferta nella prima giornata di campionato, questa sconfitta casalinga mette nuovamente in mostra lacune tecniche e caratteriali già apparse evidenti durante la scorsa stagione. Quelle tecniche riguardano il disagio che troviamo nell'attaccare difese a zona particolarmente chiuse, quasi arroccate intorno all'area dei 3 secondi: quando ci troviamo di fronte a questo tipo di zona, infatti, o riusciamo a costruirci buoni tiri da fuori, che però non ne vogliono sapere di entrare, oppure tentiamo di attaccare il canestro in penetrazione, ma senza riuscirci in modo efficace, o perché la palla circola troppo lentamente per poter consentire a qualcuno di trovare lo spazio giusto prima che la difesa si adegui, oppure perché troviamo arbitri che, come quello dell'altra sera, sono molto restii a sanzionare con un fallo i contatti nelle vicinanze del canestro. I limiti caratteriali riguardano proprio l'incapacità di reggere psicologicamente le chiamate, o meglio le non chiamate, arbitrali: invece di accettarle e concentrarci sul nostro gioco, creiamo con il trascorrere dei minuti un clima di vera e propria sfida personale con l'uomo in grigio, che però, come universalmente noto, ha il coltello dalla parte del manico (leggasi la possibilità di comminare falli tecnici ed espulsioni). I rimedi a questi problemi ce li siamo ripetutamente detti fin dal momento in cui hanno iniziato a palesarsi: da un lato la necessità di un maggior coinvolgimento dei lunghi (nel senso che sia i piccoli devono cercarli di più che i lunghi stessi devono essere più abili a farsi trovare), di una maggiore insistenza sul gioco in transizione per non far schierare la difesa, di una circolazione della palla più veloce e più insistita per far sì che la difesa lavori di più dal punto di vista atletico e faccia quindi sempre più fatica ad adeguarsi col passare dei minuti; dall'altro lato l'imperativo è stare calmi e pensare a giocare, anche se sappiamo quanto sia difficile.

Sulla partita non c’è molto da raccontare: l'unico vantaggio del FOT è il 2-0 iniziale, poi a condurre nel punteggio saranno sempre gli avversari. Nel primo tempo il distacco non è mai troppo elevato, e si arriva all'intervallo con 8 punti tra una squadra e l'altra, ma nella ripresa, dopo due canestri consecutivi del FOT che avevano portato il divario a soli 6 punti, gli avversari trovano prima un 2+1, e subito dopo una tripla, e questo repentino +12 è l'inizio della fine. Il nostro attacco si blocca, mentre il loro sfrutta l'impatto psicologico del break ottenuto per allungare ancora, e parallelamente a questo allungo l'arbitro inizia ad utilizzare il coltello di cui sopra, con due tecnici ed un'espulsione in una manciata di minuti. Il parziale alla fine del terzo quarto è di 50-29, che ovviamente significa lo scorrimento anticipato dei titoli di coda. L'ultimo quarto appartiene al tempo della spazzatura, ed il FOT prova comunque a non sbracare ed a ricomporre le sue fila, ed in fin dei conti ci riesce e mantiene lo svantaggio finale sotto i 20 punti. Il fatto che si giochi subito mercoledì è senz’altro la situazione migliore per far sì che la rabbia accumulata si trasformi nella giusta grinta ed in un atteggiamento positivo, necessari viatici per tornare prontamente alla vittoria.

In alto i cuori e merda Varese a tutti!

by Barto

_________________________________________________________________


Meritata sconfitta del ForumOlimpiaTeam contro il Gabbro basket (41-60).
Il nervosismo impedisce ai biancorossi di vincere una partita facile solo in apparenza.

Dal Vostro inviato al PalaCus

Purtroppo nemmeno il Nustranel degli amici biancorossi della trattoria Belvedere servirà per lenire ciò che il cronista ha sofferto dall'assistere a questa partita, a digiuno come punizione anticipata.
Solo la Banda Osiris più scatenata può cercare di convincermi della bontà di questa squadra, che ha vinto una sola partita alla fine del terzo turno di campionato e che aveva cominciato la stagione con un nuovo progetto, dopo che era stato cambiato allenatore in corsa durante la stagione passata ma considerato che al posto di Merlo non è arrivato Ettore Messina, ma RobertAllenMcAdoo che è fuor di dubbio un bravo ragazzo, ma che senz'altro non vale più del mio amico milanese.
[Mode Pea off]

Il FOT arriva al terzo turno ma alla seconda partita sola, dopo una vittoria e un turno di riposo causa girone a nove squadre.

Primo Quarto
Coach Bob è a referto ma per onor di firma e mette in campo un quintetto con Ste playmaker, Digas e Dega esterni gemelli del canestro, Dema da 4 (un po') interno e Mavci a reggere il peso del gioco sotto i tabelloni.
Il Gabbro si presenta con soli sei giocatori, il settimo arriverà in panchina a partita iniziata, con un quintetto basso ma robusto. Palla a due del FOT e primo canestro di Digas in contropiede su palla rubata.
Pareggia il Gabbro col n.17 in sospensione dal gomito dell'area. Sull'azione d'attacco Dega fallisce da 3 punti.
Il n.18 porta avanti il Gabbro su rimbalzo, subisce pure fallo ma sbaglia l'aggiuntivo.
Inizia una fase di giochi eseguiti bene, ma non benissimo (cit.) per la fretta di arrivare a concludere e soprattutto perchè non si concludono mai col canestro.
Sbagliano da tre Dema, Digas da due, il n.7 del Gabbro da tre, sbaglia Mavci i due liberi su fallo subito dopo rimbalzo in attacco per un'entrata di Dega che ha lasciato palla sul ferro. Sille rileva Ste alzando il quintetto e il timeout a 3'51" da fine quarto vede le squadre su uno sconsolante 2-6.
Alla ripresa del gioco il Gabbro va 2-9 su bomba del n.7 che ha tirato senza pensarci troppo su. Risponde Digas da sotto pescato da un bell'assist di Dema, aggiunge un tiro libero Mavci dei due disponibili e Dullo va a rilevare Digas nei compiti di playmaking. Il Gabbro resta avanti col n.18 in contropiede e dopo uno sbaglio di Sille da fuori il quarto si chiude 5-11.
Troppe imprecisioni in fase conclusiva per il FOT, mentre il Gabbro mantiene il vantaggio pur avendo giocato praticamente tutto il quarto con gli stessi uomini.

Secondo Quarto
Il tempo inizia con Pardo che rileva Mavci sottocanestro e sbaglia da sotto.
Il Gabbro rileva il n.12 col n.19 sempre vicino a canestro, portando poi il punteggio a 12 con un libero realizzato su due da parte del n.18. Dullo decide di fare da sè e segna in entrata, con possibile fallo non fischiato dall'arbitro.
Lo stesso Dullo da fondo campo lancia Dega che segna in contropiede, Pardo commette primo e secondo fallo in poco tempo, Merlo rileva Dega e poco dopo Pardo segna da sotto su assist di Sille.
Tempo anche per Marco di vedere campo, purtroppo Pardo arriva al terzo fallo subito dopo e prontamente rivede la panchina rilevato da Dema.
Segna Merlo in sottomano su assist di Marco e con un parziale di 8-0 il FOT passa in vantaggio per la prima volta.
Sille in campo sembra riuscire a dare equilibrio al gioco fra esterni e lunghi, quando il Gabbro si rifa avanti col n.7, che la mette da fuori. Risponde Dema sempre da fuori ed è 15-14, ripassa avanti il Gabbro col n. 18 da sotto e allunga col n.7 col un tiro da tre frontale.
Coach Bob chiama il necessario timeout sul 15-19 dopo il controparziale 5-0 del Gabbro.
Il FOT è già in bonus, la mano in attacco sembra tornata fredda e sul campo si rischierano Ste, Digas, Merlo, Dema e Mavci.
Nessuna buona nuova perchè il Gabbro aggiunge un libero sui due a disposizione del n.19, sbaglia Ste da tre e sbaglia anche i due liberi il n.12 avversario. Perde palla Digas in attacco e c'è un altro timeout.
Il FOT gioca nervoso, contratto, alcuni contatti iniziano a scaldare l'atmosfera.
Sbaglia anche il Gabbro col suo n.17 ma Digas fa fallo, l'avversario mette un libero su due ed è 15-21.
Il nervosismo è palpabile e Digas prende un tecnico. Il Gabbro mette un libero dei due, 15-22, Mavci fa fallo e ancora il Gabbro sbaglia un libero su due, ma resta sopra di otto punti.
Dullo ha rilevato Digas ed è bravo a vedere il taglio di Dema servendogli un assist, svantaggio ridotto a -6.
Sbaglia i due liberi il n.9 Gabbro, Merlo in entrata subisce il fallo del n.12 ma anche lui sbaglia i due liberi.
Li mette tutti e due invece il n.18 avversario, su fallo di Merlo.
Sulla successiva azione d'attacco Dega sbaglia l'entrata e sull'ultimo tiro del quarto sbaglia anche il Gabbro col suo n.7.
All'intervallo lungo il FOT è 17-25, distacco di otto punti recuperabile ma a condizione di raddrizzare la mano e calmare gli animi più bollenti, che iniziano a soffrire l'arbitraggio.

Terzo Quarto
In campo vanno Dullo, Dega, Sille, Dema e Mavci. Segna il Gabbro con il n.18 che recupera un pallone dalla spazzatura a centro area e riesce a segnare. Dopo un errore del n.7 da tre punti Sille segna il 19 su un buon assist di Dullo.
Altra bomba sbagliata dal n.7 e altro canestro di Sille che prende un buon rimbalzo su errore di Dema.
Sarà l'ultimo per un po', il parziale di 4-0 viene subito fermato da un canestro del Gabbro e da 1 su 2 ai liberi per il n.12 Gabbro.
Il Gabbro allunga il distacco con una bomba del n.9 (21-33). Entrano Merlo Sr. e Marco cambiando Dega e Dema, sbaglia Sille da 3 e si perde anche il rimbalzo. Mavci ferma il n.12 con un fallo e l'avversario mette tutti e due i liberi, Marco perde palla giocando sulla linea di fondo. Entra Merlo rilevando Mavci sul 21-35 e il Gabbro aggiunge tre punti al vantaggio grazie alla bomba del n.9. Il metro arbitrale incoerente continua a suscitare proteste da parte di giocatori e panchina FOT, al punto che anche coach Bob prende un tecnico.
Il nervosismo in campo e fuori agevola il Gabbro che mette uno dei due liberi più due punti del n.7 dal gomito dell'area, portando il punteggio 21-41 grazie a un parziale di 0-14.
Dullo prova a reagire mettendone due dall'angolo, ma sulla successiva azione una delle tante chiamate arbitrali discusse fa perdere la pazienza al Merlo, che nonostante non protesti vistosamente trova modo di farsi espellere dall'arbitro. Il nervosismo predomina tra le file del FOT. Il Gabbro mette uno dei due liberi conseguenza di un fallo e sull'azione successiva ancora un libero su due del Gabbro portano il punteggio a 23-43.
Marco ci prova su ulteriore assist del Dullo e fa 25, Ste rileva MerloSr. e ancora un 1 su 2 ai liberi del Gabbro permette alla squadra ospite di mantenere il distacco vicino ai 20 punti. Sille subisce fallo in entrata e mette un libero su due (26-44).
Coach Bob prova un quintetto più basso e veloce con Ste Digas Dega Sille e Marco ma il n.7 Gabbro mette un'altra bomba e la differenza supera ancora i venti punti. Il FOT prova a difendere e Digas in contropiede porta i punti a 28, ma è ancora troppo poco. Il FOT ha passato il bonus, Dega ferma il 18 avversario con un fallo ben speso, visto che porta a uno 0 su 2 dalla lunetta. Lo svantaggio è sempre alto, non aiuta Digas, che gioca leggermente influenzato e sbaglia un tiro da 3 mentre il timeout chiamato da coach Bob permette al FOT di riordinare le idee e cercare di calmare i nervi.
Al rientro in campo Dega guadagna finalmente due liberi ma ne mette uno solo, 29-47 e ancora strada in salita.
Il n.18 avversario continua a farsi sentire sottocanestro e riporta il vantaggio a venti per i suoi.
Digas in entrata subisce fallo ma la forma risente dell'influenza, facendogli sbagliare i due liberi.
Nell'azione successiva lo stesso Digas commette fallo e il n.9 segna uno solo dei due liberi.
Terzo quarto che finisce 29-50, emblematico il punteggio del quarto 12-25.
Rimonta quasi impossibile per un FOT che dovrebbe sbagliare più nulla e mantenere calma olimpica per pensare di recuperare.

Quarto quarto
Coach Bob punta sul controllo di palla e su un quintetto fisico, schierando Ste Dullo Dema Pardo e Mavci. Dema comincia da ala piccola segnando da fuori ma subito un fallo di Pardo permette l'ennesimo 1 su 2 ai liberi per il Gabbro, 31-51 e si riparte. Dullo positivo finora sbaglia da tre e il rimbalzo è del Gabbro. Subito dopo Dullo si fa perdonare rubando palla e andando a segnare, Dema sull'azione successiva prende due rimbalzi ma sbaglia due volte al tiro, sotto canestro volano colpi ma l'arbitro non fischia e in compenso il Gabbro segna in contropiede col n.17. Una serie di falli interrompono il gioco e poi il n.18 del Gabbro conquista un rimbalzo e segna da sotto. A 33-55 lo svantaggio non diminuisce e addirittura il Gabbro si porta a più 24 con il n.17 che segna in gancio sinistro. A poco meno di metà tempo trascorso la partita sembra già segnata a favore degli ospiti, che continuano tranquilli a far gioco ruotando un totale di sette giocatori.
Il Gabbro può permettersi di lasciare tiri facili al FOT che però insiste negli errori, riducendo lo svantaggio solo con Mavci su palla rubata.
Ci pensa Merlo Sr. a movimentare un po' gli ultimi scampoli di gioco, segnando un tiro frontale da tre. Il solito 1 su 2 del Gabbro porta il punteggio a 38-58, ancora Merlo Sr. da 3 (chiuderà con 2/3), altre azioni giocate in relax dal Gabbro che chiude i conti e la partita con due liberi del n.7, uno dei più positivi dei suoi insieme al n.18.

Finale 41-60, molto da lavorare per coach Bob e per i giocatori FOT soprattutto alla voce "controllo dei nervi".
Viste buone cose da Dullo e Sille su tutti, pur nel naufragio generale.

Menzione speciale per l'arbitro: si è mosso sempre seguendo il gioco sul campo e questo rispetto ad altri arbitraggi visti è già positivo. Fino a un certo punto ha comunicato coi giocatori, cambiare però atteggiamento in seguito.
Pur consapevole di aver assistito a una partita UISP e della difficoltà di arbitrare il basket in tre, figuriamoci da soli, credo però che in una serie di occasioni il metro arbitrale non sia stato proprio equilibratissimo, lasciando incattivire situazioni che avrebbero invece richiesto maggior controllo.

Detto questo, la partita è stata persa principalmente dal FOT in serata scarsa e vena realizzativa pessima - nonostante la profondità della panchina - col "vizietto" di perdere calma e controllo dei nervi, lasciando così l'inerzia psicologica della partita agli avversari.
Ai quali va comunque riconosciuto il merito di aver saputo mantenere il ritmo, con buone percentuali al tiro e con una panchina tutt'altro che profonda.

Il FOT è atteso al riscatto mercoledì in casa contro il CEA.


by Moreno

 

Statistiche


    Partite Punti Falli Tiri da 2 Tiri da 3 Tiri liberi Rimbalzi Palle
# Giocatore Giocate Realizzati Fatti R T % R T % R T % Dif Off Tot Per Rec
                                     
  6 Sille 1 5 1 2 3 67 0 3 0 1 2 50 2 1 3 1 2
  10 Pardo 1 2 4 1 5 20             0 0 0 0 0
* 14 Dema 1 6 4 3 12 25 0 1 0       12 6 18 3 3
  15 Bob n.e. - - - - - - - - - - - - - - - -
* 16 Digas 1 6 4 3 6 50 0 2 0 0 2 0 0 0 0 1 2
* 24 Ste 1 0 2       0 4 0       0 0 0 1 3
* 32 Dega 1 3 1 1 5 20 0 1 0 1 2 50 0 0 0 1 0
* 46 Mavci 1 3 1 1 8 13       1 4 25 1 4 5 0 2
  69 Dullo 1 6 3 3 4 75 0 5 0       2 0 2 0 4
  70 Marco 1 2 0 1 2 50 0 1 0       1 0 1 2 1
  77 Merlo 1 2 4 1 3 33       0 2 0 1 0 1 2 0
  88 Ale 1 6 3       2 3 67       1 0 1 0 1
                                     
TOTALE 1 41 27 16 48 33 2 20 10 3 12 25 20 11 31 11 18

 

Foto


 

altre foto su
www.claudiodega.it
(sezione ForumOlimpiaTeam)